Top 5 Star Wars Games... che non sono Star Wars

Star Wars è universalmente amato non per la sua storia complessa, non avendo nulla di simile. È una storia basilare di un perdente che combatte contro le forze del male, ma è inserito in una realtà intrigante e ricca.
La miscela di semplicità ed immaginazione è quel che realmente ce ne fa innamorare.
Molti videogames cercano costantemente di eguagliare quei mondi, spesso ci riescono così come fece George Lucas nel 1977.

5. Omikron: The Nomad Soul

Omikron porta letteralmente i giocatori in un’altra realtà, piena di tecnologia avanzata, bellezze alquanto strane e, ovviamente, tutti i problemi legati ad una megalopoli futuristica. Noi “mettiamo l’anima” nel protagonista del gioco, Kay’l, in questo modo, potremo aiutarlo a salvare la sua patria da un governo schiacciante.
Cosa rende Omikron “starwarsoso” è il suo look. Visiteremo una gigantesca città densamente popolata, dove le auto si librano come Speeders, le piazze sono più grandi degli aeroporti ed enormi edifici torreggiano su insignificanti umani. È come casa per un fan di StarWars, vero?

 


4. Freespace 2

Uno degli aspetti più importanti di Star Wars sono le battaglie spaziali e per molti giocatori - questo incluso - non c’è altro gioco che le renda migliori di Freespace 2. È difficile trovare un titolo che offra più navi, più armi e maggiori possibilità di personalizzazioni, ma sopratutto, coinvolgenti campi di battaglia. È un complesso simulatore un’avvincente trama e pieno di combattimenti frenetici, sorprendentemente ben fatto per un gioco che ha 16 anni.



3. Little Big Adventure

La trilogia originale di Star Wars ci ha lentamente introdotto nel suo vasto e colorato universo. Per lo spettatore, tutto ciò era nuovo e strano, proprio come lo era per  Luke Skywalker. Una sensazione simile, nell’esplorazione di un nuovo, è ciè che rende Little Big Adventure un gioco così coinvolgente ed affascinante.
Un misto di azione ed avventura ci permettono di visitare il pianeta Twinsun, dopo persone ed animali umanoidi vivono insieme. Il problema è che questo mondo è governato da un tiranno con un armata di soldati cloni… o forse dovremmo dire, troopers? Ovviamente soltanto il protagonista ha il potere di fermarlo.



2. Beyond Good and Evil

Beyond Good and Evil, un raro esempio di gioco nel quale non solo giochiamo come una donna, ma anche come una giornalista, possiede uno dei mondi più colorati mai creati. Strapieno di personaggi antropomorfi, meravigliosi paesaggi e tecnologia mescolano la fantasia con la scienza. Per farla breve: è un’esperienza immensamente piacevole starci dentro, tanto quanto immergersi nel profondo mondo di StarWars. Inoltre, BG&E ha le sue personali forse oppressive di stoormtroopers e persino un imperatore malvagio, tuttavia questo qui è di gran lunga più “delicato” nei modi rispetto a quello creato da Palpatine.



1. Mass Effect Trilogy

Se Star Wars e Star Trek avessero un bambino, lo chiameremmo Mass Effect. È il perfetto gioco di Star Wars che non è Star Wars. Ha tutto ciò che desideri: un conflitto su scala galattica, una caterva di strane, esotiche creature, viaggi alla velocità della luce, esplorazione, interazioni con alieni e persino un’alternativa alla Forza.
Storia ben strutturata, dialoghi ben scritti, combattimenti eccitanti, rendono Mass Effect Trilogy un’ esperienza
avvincente, indimenticabile.